Grande festa di Carnevale con i Rock Circus

Grande festa di Carnevale al Jailbreak il 27 febbraio con Rock Circus
Gli scatenatissimi Rock Circus e la tribute band degli psicotici Doors, Unknown Soldier saranno protagonisti della speciale festa di Carnevale in programma per il 27 febbraio al Jailbreak. Gradita naturalmente, la maschera di Carnevale! Si inizia alle 21.30 con gli Unknown soldiers cinque musicisti che omaggiano il loro comune unico amore e credo, quello di Jim Morrison e dei mitici The Doors. A seguire  sul palco apre le danze il  pazzo carrozzone errante dei Rock Circus  fatto di musica allegria e divertimento per un party di Carnevale a dir poco stellare.  Più che una band, i Rock Circus sono una “compagnia”, quasi un vero e proprio circo itinerante. Loro sono il vero circo del rock, fatto di musica, di energia. Inesauribili, scatenati, bravi da far paura, i Rock Circus non fanno spettacolo: sono essi stessi spettacolo! Enrico, straordinario ed iper-energetico front man del gruppo, Fabio(chitarra), Pasquale (tastiera e cori) Elio (Basso)- eManuel Moscaritolo che torna alla batteria per questo live, saranno come sempre pronti a far ballare e cantante il pubblico Riproporranno come sempre il loro magico show rock dance con musica a ritmo continuo,  quasi fossero delle console viventi. Una carrellata di successi dagli anni ’70 ai giorni nostri e come plus della situazione: ballerine, giocolieri e fuochisti, insieme a loro sul palco per arricchire uno show pazzesco e coloratissimo. Che il Giovedì Grasso abbia inizio! GIOVEDI 27 FEBBRAIO 2014 Carnival Rock Show Party con Unknown Soldier(Cover band the Doors) e a seguire ROCK CIRCUS BAND JAILBREAK LiveClub Via Tiburtina 870, Roma INGRESSO GRATUITO!!!!!!!!!!!!

Il ritorno dei Rock Circus al Kill Joy

Il ritorno dei Rock Circus al Kill Joy Enry +audience Kill joy 3_10_13 Estremi, scatenati, euforici, giocosi. Più che una band, i Rock Circus sono una “compagnia”, quasi un vero e proprio carrozzone itinerante. Loro sono il vero circo del rock, fatto di musica, di energia. Quella di Enrico Muraro, inesauribile animale da palco: frontman eccezionale. Al di sopra di ogni immaginazione. One Man Show all’interno di una big band: musiche a ritmo continuo, battito accelerato, come le mani che non smettono di battere al ritmo dei grandissimi successi degli anni ’70, ’80 e ’90. Vintage e modernità, nessuno scontro generazionale, semmai generazioni che si fondono, con la musica di questi veri e propri juke-box viventi. Hanno già elettrizzato Stazione Birra, ora proveranno nuovamente a far venire giù il Kill Joy per l’ennesima volta.L’ingresso come sempre è GRATIS. PER INFO E PRENOTAZIONI 06.90211430 – 340.7946320 ROCK CIRCUS LIVE @ KILL JOY Best from the Bests Venerdì 17 gennaio 2014 Orario:22.00 Killjoy Via Appia Nuova, 1228 00178 Roma    

Una serata con i Rock Circus tra balli spettacolo e tanta buona musica

Una serata con i Rock Circus tra balli spettacolo e tanta buona musica Una carica di energia esplosiva, buona musica, tanto spettacolo. I Rock Circus non sono una band, sono un misto tra un’orchestra spettacolo, una cover band, una compagnia teatrale e una compagnia circense. Sul palco fanno spettacolo al 100%; si divertono e fanno divertire. Al Kill Joy, giovedì 3 ottobre si sono scatenati come sempre al ritmo e al sound dei più grandi successi rock, pop rock, blues e dance di tutti i tempi. Una carrellata di pezzi ballabili che andavano da “FootLoose” a “Born To Be Alive”, passando per i successi di gruppi come Abba (“Waterloo, “Gimme, Gimme, Gimme…”) Donna Sammer (“Hot Stuff”), Tom Jones (“Sex Bomb”) e tanti altri. Show non-stop … …dove i Medley al fulmicotone dei brani proposti si fondono in un sound unico e sanguigno, … dove esplode la voglia di scatenarsi … dove sia Band che pubblico sono assoluti protagonisti, come in un gioco di ruolo. Talmente bravi ed instancabili da far pensare che ci sia una consolle che suona i brani a ripetizione senza sosta, i Rock Circus non si fermano mai sul palco. Piccolissime interruzioni e poi musica, spettacolo, travestimenti, l’inesauribile energia del front man Enrico Muraro sul palco, che canta, balla, si traveste, salta in pista insieme al pubblico. Spesso accompagnati da ballerine e giocolieri come in un folle carrozzone, i Rock Circus erano solo loro al Kill Joy, la parte musicale del circo, per uno show un po’ ridotto (si fa per dire) data la capienza del palco del locale e la situazione. Enrico Muraro alla voce, Fabio alla chitarra, Pasquale Renna alle tastiere, Elio Buselli al basso elettrico (personaggio dal look fantastico …) e Manuel Moscaritolo alla batteria. Cinque elementi che sembrano essere almeno il doppio sul palco. La serata inizia subito con dei pezzi adatti a scaldare i presenti, suonati a rotazione senza sosta: “Crazy Little Thing Called Love” deiQueen, “My Umbrella” dei Vanilla Sky, “Tu vuo’ fa l’Americano” di Renato Carosone in versione più ritmata, “I’m a Believer” dei The Monkees (canzone ritornata al successo dopo molti anni in quanto inserita nella colonna sonora di Shrek). Dopo questo mix ininterrotto la festa con i Rock Circus è cominciata: la gente è scesa in pista a scatenarsi nel ballo. Arrivano i successi dei mitici Abba, “Gimme, Gimme, Gimme… a Man After Midnight” e “Waterloo”, quindi i successi dance anni Ottanta di Donna Sammer (“Hot Stuff”), deiDead Or Alive (“You Spin Me Round”) e addirittura dei Kiss (“I Was Made For Lovin’ You”) a getto continuo, senza sosta. Nel corso dello show arriva anche qualche chicca come “Na na na na, hey hey, Kiss Him Goodbye” degli Steam(si tratta per chi non ha afferrato di quale pezzo stiamo parlando, della canzone cantata nella pubblicità dei biscotti Ringo), “You’re The One That I Want” tratta dal music hall “Grease”,Don’t Let Me Be Misunderstood” nella versione ‘latin rock’ di Santa Esmeralda e “Surfin’ in USA” deiBeach Boys. Non potevano mancare tributi aiBeatles in questa speciale scaletta di successi internazionali ed ecco che viene proposta “Twist And Shout” per rimanere in tema di ritmi forti e a seguire un omaggio ad un altro grandissimo della musica, il re del blues James Brown del quale  i Rock Circus han proposto “I Feel Good!” e  naturalmente “Get Up (I Feel Like Being a) Sex Machine”. La chiosa viene affidata ai Blues Brothers con “Everybody Needs Somebody To Love” a termine di una serata veramente bella ed allegra con questo gruppo davvero divertente e coinvolgente. Ai Rock Circus non si poteva davvero chiede di più!

Rock Circus: il circo magico del rock

Rock Circus: il circo magico del rock si è fermato al Kill Joy lo scorso 3 ottobre.

Report: Daniele Crescenzi
Foto: Fabio Spagnoletto
Rock Circus è follia, genio, sregolatezza, una carica di energia esplosiva. Parliamo di un carrozzone impazzito, burlesco, giullaresco … un po’ gruppo un po’ spettacolo teatrale. Abbiamo incontrato questi cinque “pazzerelloni” al Kill Joy, qualche sera fa. Va da se che in un locale live la sera di giovedì è anche un po’ azzardato pensare che si riesca a fare il pienone. Ma non al Kill Joy, Disco Pub Risto Music sulla via Appia, dalle parti delle Capannelle. La sera di giovedì 3 ottobre ho incontrato Enrico Muraro e i suoi “allegri compari” Una strana brigata quella dei Rock Circus: il fatto è che sono davvero un circo. Loro non si limitano a suonare: debbono generare un’esplosione di allegria. Solo allora lo spettacolo lo considerano davvero iniziato, quando tutti sono in pista a scatenarsi. Considerano il pubblico parte integrante dello spettacolo e tendono a coinvolgerlo il più possibile. Hanno spesso ballerine e giocolieri che li accompagnano, ma al Kill Joy era “solo” la band. Quando si sono incontrati avevano voglia di divertirsi e di proporre un Live coinvolgente ma con un nuovo modo di suonare Cover. Il fatto è che suonare cover di altri artisti può risultare oramai banale e scontato. Ma proporli in modo nuovo, con coreografie, travestimenti, arrangiamenti particolari e sketch sul palco, diventa tutta un’altra cosa. Loro sono bravissimi a suonare, veri e propri artisti di ottimo livello, ma sanno anche intrattenere.
Eseguono brani in successione continua, come tutto il live show sia un solo ed unico medley. Sembrano non stancarsi mai, a fine serata eran ancora freschi come una rosa. Eppure han fatto quasi due ore di grandissima musica, proponendo pezzi scatenatissimi come ““Hot Stuff”di Donna Summer, “Gimme, Gimme, Gimme… a Man After Midnight” e “Waterloo” degli Abba, “You Spin Me Round”dei Dead Or Alive,“I’m a Believer” dei The Monkees o “Whatever You Want” degli Status Quo solo per citare alcuni brani. Omaggi a Beatles, Queen, James Brown, Kiss e qualche chicca come “Na na na na, hey hey, Kiss Him Goodbye” degli Steam, “Crazy Little Thing Called Love” dei Queen o perché no i pezzi tratti dal music hall “Grease” le bellissime “Summer Nights” e “You’re The One That I Want” Insomma la crema del rock e del pop, con qualche concessione alla discomusic, così tanto per citare un po’ la grande musica degli anni ottanta.
Una scaletta senza dubbio di alto livello, eseguita con una maestria del tutto unica. Raramente sono rimasto così sorpreso dalla bravura e soprattutto dall’instancabilità degli elementi di un gruppo. I Rock Circus, man mano che il tempo passava e i brani scorrevano, anziché cedere un po’, sembravano prendere sempre un vigore maggiore. Enrico Muraro, saltava, ballava, scendeva in pista, si camuffava con copricapo indiani, occhiali e cappelli da gangster e soprattutto non smetteva mai di suonare. Dietro una band favolosa, dotata di tecnica ed intensità, con un eccezionale Manuel Moscaritolo alla batteria, che picchiava come un fabbro; instancabile alle pelli (direbbe qualcuno… ) dei tom letteralmente prese d’assalto dalle sue bacchette. Grande anche Pasquale Renna alle tastiere, che ha saputo regalare momenti di vero virtuosismo, con grandi improvvisazioni ed arrangiamenti incredibili dei pezzi proposti. Cinque grandi musicisti, cinque veri professionisti dello spettacolo che rivedremo molto volentieri sabato 12 ottobre alle ore 22:30 al 33 Testaccio in Via monte Testaccio 33 a Roma. Riproporranno ancora un grandissimo spettacolo di COVER ROCK DANCE REVIVAL 70-80 E NON SOLO…. sempre all’insegna del divertimento puro al 100% rock.

All the time e Rock Circus a stazione birra che la stagione abbia inizio

All the time e Rock Circus a stazione birra che la stagione abbia inizio ......e lasciano il palco di questa festa di fine estate ai Rock Circus, ed il nostro viaggio nel paese delle meraviglie continua sulle note di un divertente revival anni ’80. Quando fanno il loro ingresso i componenti della band sembrano 5 folli nostalgici; quando iniziano a suonare l’impressione è confermata. Enrico, Manuel, Fabio, Pasquale ed Elio sono effettivamente cinque pazzi clown di un circo in musica con le loro ballerine: i pantaloni di pelle bianchi di Fabio, le camice estrose di Enrico e le divertenti parrucche di Pasquale. La cosa importante è non lasciarsi ingannare, al di là della messa in scena la forza del gruppo sta, oltre che nella coinvolgente energia che sprigionano, nella qualità dei singoli musicisti, anche se purtroppo questa finisce in secondo piano. Festa di fine estate o di inizio autunno che dir si voglia, Stazione Birra apre la nuova stagione con l’impeccabile scelta e la consueta qualità dell’organizzazione a cui ormai siamo piacevolmente abituati, e, possiamo scriverlo con un certo sorrisetto soddisfatto, per il momento siamo solo all’inizio.